fbpx

Oggi vi presentiamo… Jean Claude Grazioli

Sono sempre stato un bambino molto curioso e mi sono appassionato all’informatica, prima, e alla storia della Olivetti, poi.
Come è nata questa passione? Da piccolo con i miei genitori andavo a trovare i nonni ad Aosta, l’autostrada passa per Ivrea e all’altezza dello svincolo per Ivrea c’è un cartello con scritto “Ivrea Capitale dell’Informatica”.
Credo di aver iniziato in quei lunghi viaggi ad amare l’elettronica!
Se mi chiedi che animale vorrei essere non ti so davvero rispondere. Io sono un gattaro, amo alla follia quei piccoli felini, ma giusto perché mi piacciono così tanto, non vorrei mai essere uno di loro, diventerei autocelebrativo!
Dopotutto noi uomini siamo degli animali, quindi la mia risposta è un uomo.
Non uso nickname, ma gli amici mi chiamano JC sin da quando ho 10 anni.
Libro: sono un appassionato di Ian Fleming, ho letto tutto quello che ha scritto
Film: C’era una volta in America di Sergio Leone
Canzone: Let it bleed dei Rolling Stones, li amo così tanto che ho fatto carte false per andare a vederli in concerto a Lucca, ho rischiato anche di rovinarmi l’esame di maturità perché volevo assistere al loro concerto di Roma!
Sinceramente mi sento a mio agio all’interno di questo percorso. Mi sono iscritto in un momento di stanca, un momento che vivevo con insofferenza, frequentare la Digital Universitas mi ha fatto tornare l’entusiasmo.