Oggi vi presentiamo… Cristina Mini

Ho scelto una macchinina perché le auto sono la mia passione sin dall’infanzia. Da bambina non ho mai giocato con le bambole, ma con le automobili giocattolo! Ero attratta da tutti i mezzi a motore, crescendo questa passione si è rafforzata sempre di più e da passione è diventato anche un lavoro. Ho avuto, infatti, il grande onore di lavorare all’interno del team dell’Università degli Studi di Brescia UNIBS Motorsport, che mi ha permesso di approfondire sia la mia passione per i motori che l’aspetto economico (sono laureata in Economia e Commercio).
 
Se fossi un animale sarei un lupo, perché così come un animale di gruppo, sa stare anche per conto proprio, anche io frequento tante persone, compagnie e situazioni ma non disdegno la solitudine e ho un lato introspettivo molto sviluppato.
 
Il mio nickname? Molta gente mi ha sempre chiamato Mini (il mio cognome) perché credevano fosse un soprannome!
 
Libro: Uno, nessuno e centomila di Luigi Pirandello.
Film: adoro Will Smith e quindi scelgo un suo film, Collateral Beauty di David Frankel.
Canzone: anche in questo caso il mio gruppo preferito sono i Queen, la canzone che scelgo è Who wants to live forever.
 
Questo Master è stato sicuramente al di sopra delle mie aspettative. Ho trovato dei compagni di percorso davvero affini e affrontato materie davvero interessanti, che mi hanno arricchito tantissimo.
L’incontro con i miei compagni di corso ha permesso di confermare come per rimettersi in gioco non importa quanti anni hai, se hai una passione seguila fino in fondo!