fbpx

Oggi vi presentiamo… Albarosa Ramera

Ho scelto uno specchio perché l’introspezione è una delle componenti principali del mio carattere.
Che animale vorrei essere? Un delfino, così non verrei mangiata! Scherzi a parte, io amo la mia condizione di essere umano e quindi non potrei mai scegliere un altro animale. Altrimenti come farei ad usare l’ironia?! Trovo che l’ironia sia uno strumento meraviglioso, uno strumento che ci permette di dribblare tante situazioni scomode o difficili, attraverso il quale esprimere se stessi rimanendo, al contempo, schermati da eventuali attacchi personali insidiosi.
Non ho mai avuto un nickname e sinceramente non ne sento nemmeno la mancanza!
LIBRO: “E venne chiamata Due Cuori” di Marlo Morgan, un libro che mi ha toccato l’anima, prima di leggerlo ero una persona molto materiale, ma dopo l’incontro con questo testo meraviglioso tutto è cambiato: sono diventata una persona spirituale. Questo scritto mi ha permesso di gestire al meglio anche i concetti appresi durante il mio percorso universitario in psicologia.
Una cosa inaspettata del Master?
Mi son resa conto che, nonostante io sia sempre stata abituata a comandare, ad avere ruoli di potere, qui in Digital Universitas ho, in un certo senso, mollato la presa e ho scoperto che mi piace anche collaborare e lasciare la scena a qualcun altro, ma sempre col mio occhio vigile!
Con l’inizio del corso ho anche iniziato a tenere un diario di bordo, sono riflessioni che scrivo alla sera e che mi aiutano a mettere ordine nella miriade di esperienze che sto facendo in questo percorso.